Salta al contenuto principale

Storia

History_early_1900s

Primo '900

Per oltre 50 anni, in Italia e all’estero, i predecessori di Tecnimont progettano e costruiscono impianti per l’industria chimica e petrolifera, stabilendo un record per progetti di ingegneria, approvvigionamento materiali e costruzione in tutto il mondo.

1920

Giacomo Fauser lavora alla produzione di ammoniaca per reazione diretta di idrogeno e azoto a partire dalla sua precedente invenzione, la cella elettrolitica Fauser. 

history_ammonia_1930s

1930 -1950

Il Centro di Ricerca e Sviluppo G. Donegani della Montecatini sviluppa processi innovativi per la produzione di fertilizzanti. 

1958

Il 9 luglio si costituisce a Mumbai una nuova società, la “Industrial Consulting Bureau Private Limited” (ICB Private Limited). Le sue attività principali sono studi di fattibilità e servizi ingegneristici. 

1960-1990

Montedison (e successivamente Tecnimont) si concentra sullo sviluppo di impianti ammoniaca e urea su linea singola di grande capacità, insieme a una tecnologia per l’urea a basso dispendio energetico e alta capacità. 

1963

Giulio Natta vince il Premio Nobel per la Chimica con l’invenzione del polipropilene, grazie alla collaborazione tra il Politecnico di Milano e Montecatini. 

history_Natta

1970

Tecnimont diventa la divisione di Ingegneria e Sviluppo del Gruppo Montedison, assorbendone la tradizione di ricerca scientifica che, in stretta collaborazione con i sistemi industriali locali, è in grado di ingegnerizzare l’innovazione in laboratorio. 
Nel 1972 viene costituita Fiat Engineering (1972), già Servizio Costruzioni e Impianti del gruppo Fiat, e opera principalmente nel settore delle infrastrutture.

1973

Dopo decenni di crescita nel settore dell’ingegneria impiantistica, all’interno di aziende storiche come Edison e Montecatini, Tecnimont viene incorporata nel Gruppo Montedison.

history_1973

1977

Nasce la prima joint venture tra la società di consulenza indiana ICB e Tecnimont. 

1992 - 1995

Durante una gara per operare direttamente sul mercato tedesco, Tecnimont apre Tecnimont Planung Industrieanlagenbau Salzgitter GmbH (“TPI”), il centro di ingegneria con competenze di alto livello nella progettazione di impianti di polietilene a bassa densità (LDPE). 

1996

Tecnimont acquisisce il 50% di ICB, rinominata Tecnimont ICB Private Limited (TICB).

2005

Tecnimont viene acquisita dal Gruppo Maire, che diventa così il Gruppo Maire Tecnimont, quotato alla Borsa di Milano nel novembre 2007. 

History_stock_exchange

2007

La società indiana Tecnimont Pvt. Ltd. (in precedenza TICB), dopo l’acquisizione del restante 50%, diventa interamente controllata dal Gruppo Maire Tecnimont. 

2009 - 2010

La società olandese Stamicarbon (2009) e Technip KTI (2010), oggi KT - Kinetics Technology, entrano a far parte del Gruppo Maire Tecnimont. 

History_quotazione

2011 - 2015

Parte il turnaround. Il Gruppo completa la ricapitalizzazione, il Top Management si riorganizza e viene lanciato un piano di riposizionamento del business insieme a un programma di deleveraging.

2016 - 2018

Una nuova fase di crescita del business. Grazie alle vaste conoscenze ed esperienze del Gruppo, viene adottata una strategia technology-driven nel campo della lavorazione degli idrocarburi; allo stesso tempo, gradualmente, Maire Tecnimont si avvia verso la produzione di energia da fonti rinnovabili e la chimica verde. 

History_flag

2018

Si celebrano i 60 anni di Tecnimont Private Limited: un ottimo esempio di cooperazione Italia-India. 

Ultimo aggiornamento: 20/08/2019 13:27